Mattia Bianucci Trainer: Protocollo TABATA adattato al NORDIC Run-Walk

Aiutami a far crescere il sito con una piccola donazione. Grazie! ;)


"AIUTAMI A FAR CRESCERE IL SITO CON UNA PICCOLA DONAZIONE. GRAZIE! ;)"

lunedì 13 novembre 2017

Protocollo TABATA adattato al NORDIC Run-Walk

Ciao ragazzi!

Sondando la rete in cerca di informazioni su allenamenti e workout vari, è molto probabile che vi siate imbattuti nella parola Tabata; nel campo degli HIIT (allenamenti intervallati ad alta intensità), si tratta di un vigorosissimo protocollo di cambi di ritmo, caratterizzato dalla brevissima durata degli sprint e dal recupero praticamente inesistente, tali da conferire un importante valore qualitativo alla seduta, andando sensibilmente a migliorare la VO2max.


In molti video che imperversano in rete, potrete vedere persone interpretare questo protocollo nei modi più variegati, utilizzando tecniche e metodiche alquanto differenti: il tabata nel running, nel salto con la corda, nel corpo libero, nel sollevamento pesi ecc ecc, i limiti stanno solo nella fantasia del praticante. In tutti i casi solo una variante deve rimanere inalterata nella versione originale:


20'' di sprint al 170% della VO2max (che in ben pochi traducono nella pratica onde evitare di morire d'infarto XD) - 10'' di recupero X 4'.


Ora, il punto su cui vorrei soffermarmi sono i 10'' di recupero (inesistente); TUTTI lo interpretano come un recupero che va fatto da fermi, ma a mio avviso è un errore, in quanto il protocollo acquisisce molto più "potere allenante" se il recupero viene fatto sempre in movimento ma a ritmo blando.. in corsa lo si chiamerebbe da jogging con successiva ripartenza, diversamente parliamo solo una serie di allunghi.

E ancora, 4' di allenamento tirandosi il collo potrebbero far brillare gli occhi a tutti coloro che pensano di potere ottenere risultati in modo rapido e veloce.... vi garantisco che 4' "alla morte" anche tutti i giorni non sono sufficienti per ottenere un bel niente. Provate piuttosto a fare 4' X 5 di Tabata al 170% della VO2max e con recupero attivo tutti i giorni (altamente sconsigliato! XD) e poi ne riparliamo!

Qualsiasi seduta di allenamento cardiovascolare, per avere effetti dovrebbere durare almeno 15'

Per soddisfare le mie esigenze da fondista, oggi ho provato una mia personalissima versione rivisitata di Protocollo Tabata, che consiste nell'alternare 30'' di sprint a 15'' di recupero. Nel mio caso ho utilizzato in combinata due tecniche Nordiche: il Nordic Running e lo Ski Walking in doppia spinta; cioè fase ON e fase OFF. Oltre a dover sopportare un importante elastico cardiovascolare, in questo modo ho avuto anche il vantaggio di lavorare in "quadrupedia", il che ha reso il tutto più complicato.

(Classico esempio di serie di sprint, spacciata per Protocollo Tabata)


Vista l'altissima intensità raggiunta, non sono andato oltre i 5 km totali, chiudendo in 21', includendo in questo tempo anche le fasi camminate - giusto per farvi un'idea dei ritmi con cui bisogna approcciare questo tipo di allenamento. 
Lo consiglio vivamente anche in un'ottica di solo Running su percorsi dal fondo impegnativo e irregolare: sterrati, erba bagnata, fanghiglia... in prospettiva di cimentarsi in gare di Corsa Campestre è la morte sua!!! Come suol dire :D :D Una perfetta simulazione di gara - duro, muscolare, divertente... un vero spasso aggiungerei!

Provatelo e lasciatemi qualche Feedback! :D

Ciao!

NOTA: Gli allenamenti trattati in questo e in altri articoli possono non essere adatti a tutti, quindi prima di cimentarvi in qualsiasi tipo di regime di allenamento abbiate l'accortezza di consultare il vostro medico dello sport, ne va della vostra salute e integrità fisica. Il sottoscritto, come autore del sito, non si assume alcuna responsabilità per potenziali infortuni.








Nessun commento: