Mattia Bianucci Trainer: Alba - GIRO DEL TANARO 2018

Aiutami a far crescere il sito con una piccola donazione. Grazie! ;)


"AIUTAMI A FAR CRESCERE IL SITO CON UNA PICCOLA DONAZIONE. GRAZIE! ;)"

domenica 20 maggio 2018

Alba - GIRO DEL TANARO 2018

Buona serata a tutti, anzi, vista l'ora quasi buona notte! :)

Non avevo ancora finito di stendere i panni atletici intrisi del sudore della StraNovi di venerdi sera, che già avevo pronto il borsone per questa mattina... destinazione Alba, zona Stabilimento Ferrero. L'occasione? 8^ tappa di CorriPiemonte, nella fattispecie il "Giro del Tanaro" che dà il titolo all'aggiornamento.

Chi mi segue sa che sono ben noti i miei "pistolotti" :D dal punto di vista del preparatore atletico sul non correre gare (tirandole) a giorni ravvicinati e proprio per questo, come dicevo nell'articolo precedente, ho utilizzato la StraNovi alla stregua di una seduta svelta di rifinitura, contenendomi il più possibile.

Accoglienza albese... Cliccate sulla foto per vedere
ed ascoltare il VLOG di questo articolo.
Stamattina ero pronto... assonnato ma pronto! :D Partito da Alessandria come mio solito con un anticipo imbarazzante, alle 7:35 ero già comodamente posteggiato davanti alla Ferrero ad osservare gli organizzatori intenti nelle ultime procedure di "aggiustamento" prima della grande affluenza.
Quando si viaggia e soprattutto si guida verso una meta podistica (più o meno lontanta), è molto importante conservare al massimo le energie e muoversi senza fretta, con calma e appunto in anticipo, senza l'affanno di fare tutto all'ultimo momento... e di conseguenza pestare sull'acceleratore. Se il conducente del mezzo è anche atleta in gara, ne gioveranno le sue prestazioni al 100%. Garantito!

Fatto sta che dalle 7:35 fino alle 8:00, sedile reclinato, mi sono concesso un bel micropisolino, mentre nel frattempo affluivano atleti da ogni angolo e provenienza piemontese. Con condizioni climatiche come quelle di stamattina, cioè temperatura fresca e cielo plumbeo con possibili piovaschi, mi sono sempre espresso molto bene in gara.. dal mio punto di vista trovo che siano presupposti ottimali per correre.

Durante le fasi di riscaldamento s'è messo anche a piovere.. nulla di cui essere infastiditi, anzi; tuttavia l'organizzazione ha deciso di posticipare la partenza alle 9:45 anziché 30 per cercare di sistemare un tratto di argine, esattamente il 5^ km, occupato da un grosso pozzangherone a tutta carreggiata che alla fine credo non abbia impensierito nessun atleta, se escludiamo la doccia di fango annessa! XD Ma questo è un altro discorso!

La gara

Ho un focus essenziale, primario, imprescindibile quando scendo in gara: il controllo del rilassamento muscolare e della tecnica di corsa, e se non sono bene "a fuoco" su questi aspetti, non riesco ad esprimermi bene. E' un processo di visualizzazione che comincia il giorno prima della gara e una skill che affino, perfeziono e richiamo costantemente in allenamento. La massima espressione di corsa avviene quando testa e corpo sono sincronizzati e volontariamente lasciati liberi, sciolti.... non serve assolutamente a niente assillarsi continuando a guardare la media sul Garmin ad ogni bip chilometrico, conta solo essersi preparati bene e aver "fatto i compiti" al meglio, punto... la gara è "la bella".

Il plotone novese
Questo solitamente è il mio modo di approcciare le gare, e anche oggi non ho fatto eccezione. Per chi legge da Alessandria e volesse farsi un'idea del percorso di gara odierno: immaginatevi un annacquato circuito del Argini, ecco, questo è il Giro del Tanaro... e in fondo sempre dello stesso fiume stiamo parlando! :D :D I tracciati sono praticamente speculari, tanto che ad un certo punto m'è venuto quasi automatico girarmi per trovare con lo sguardo il "Martorelli" e invece al suo posto c'era un motociclista che salutava dalla strada... scene epiche! :D

Fondo pesante, non il massimo della scorrevolezza considerando il fango generale, la ghiaia infangata e le pozzanghere sparse; agli atleti è stato richiesto un bel lavoro muscolare per mantenere l'azione agile al fine di garantirsi buone prestazioni cronometriche su un circuito assolutamente non da tempo. Ma siamo in stagione di campestri e potenziamento? No cavolo! Siamo quasi a giugno! XD 
Tagliando corto, possiamo parlare di un ibrido tra strada e cross fangoso. Sono molto soddisfatto della mia condotta di gara, su un tracciato che esalta molto le doti di resistenza muscolare, termino questi 10km in 35':34'' in 34^ posizione assoluta. I miei allenamenti hanno sempre "elementi sperimentali" al loro interno e devo dire che ne sto traendo ottime soddisfazioni.

L'accoglienza albese è stata notevole... basta che diate uno sguardo alla prima foto in alto che mostra cosa abbiamo ricevuto con 8€ di iscrizione e capirete subito di cosa sto parlando.. :D La Ferrero fa scuola di generosità! :D

Bene, direi di aver toccato e approfondito tutti i punti salienti di questa trasferta ad Alba. Salutandovi vi invito a visitare ATLETICA NOVESE per ulteriori contributi dalla gara. A presto!







Nessun commento: