Mattia Bianucci Trainer: Allenatore Running & Personal Coach [ALESSANDRIA - NOVI LIGURE]

Aiutami a far crescere il sito con una piccola donazione. Grazie! ;)


"AIUTAMI A FAR CRESCERE IL SITO CON UNA PICCOLA DONAZIONE. GRAZIE! ;)"

lunedì 4 gennaio 2021

Allenatore Running & Personal Coach [ALESSANDRIA - NOVI LIGURE]

"Snell provò a sottoporsi a 12 settimane di Marathon Training, che erano poi anche le prime 12 settimane di ogni stagione estiva e invernale, e - come Lydiard suggeriva, questo periodo era uguale per tutti gli atleti, dagli 800m alla Maratona. Successivamente cambiarono un pò le cose, in quanto il resto del mondo si dimostrò  impaurito o riluttante verso tale volume di allenamento e gli atleti cominciavano anche ad infortunarsi, dal momento che le giovani leve di runners si dimostravano molto più "molli" che in passato.

Barry Magee con Peter Snell

Quindi, nei primi anni di Marathon Training, Snell era solito sottoporsi ad 1 settimana da 100 miglia a cui seguiva 1 settimana di recupero all'incirca da 50 miglia. Tuttavia, nel 1964 fu in grado di organizzarsi per mettere assieme TUTTI i tasselli dell'allenamento nelle prime 10 settimane di costruzione verso le Olimpiadi di Tokio; per cui 10 settimane da 100 miglia l'una segnarono un nuovo record per Snell, in quanto a costanza e continuità negli allenamenti - sebbene negli anni precedenti, pur correndo volumi inferiori, riuscì comunque a battere la concorrenza internazionale.


Coach Barry Magee nel
1960

Come faccio a sapere tutto ciò? Perchè Snell corse la maggior parte di questo volume chilometrico con me.

All'incirca nel 1963, Snell fece anche 2 uscite da 50km insieme a me in due sabati mattina consecutivi, partendo da casa mia a Auckland; cosa all'epoca più unica che rara e che nessun altro mezzofondista si sarebbe sognato di fare.

Quindi, citando le parole di Lydiard - Snell era il miglior mezzofondista al mondo in quanto a condizionamento aerobico e sicuramente quello meglio preparato. SEMPRE a regime di "Condizionamento da Maratona", come Lydiard era solito definirlo e a cui TUTTI noi eravamo sottoposti.

La maggior parte degli atleti nel mondo faceva Ripetute o Interval Training praticamente tutto l'anno negli anni '50 e '60 (si avete letto bene! NdMBT). Noi non facevamo Ripetute almeno fino alla tredicesima settimana del programma e comunque non prima di aver costruito e consolidato una solida BASE aerobica.

**Esempio di Scheda settimanale originale da quel periodo. Per 8 settimane:

LUN: 10 miglia a 1/2 sforzo.

MAR: 15 miglia a 1/4 di sforzo.

MER: 12 miglia fartlek facile collinare

GIO: 18 miglia a 1/4 di sforzo.

VEN: 10 miglia a 3/4 di sforzo.

SAB: 22-28 miglia a 1/4 di sforzo. Collinare.

DOM: 15 miglia a 1/4 di sforzo.

Per me, Barry, questa dieta mi portò a:

- 200 m in 25''

- 400 m in 55''

- 800m in 1':56''.8

- 1500m in 3':51''.1

- Miglio in 4':07''.2

- 3000m in 8':06''

- 5000m in 13':39''

- 10000m in 28':50''.8

Da atleta "specializzato" sulla maratona. 

Tali risultati furono ottenuti non puntando a "fare il tempo" ma semplicemente in gara (cioè gareggiando senza guardare l'orologio NdMBT).

Va anche ricordato che TUTTI questi tempi furono realizzati su piste in erba o cenere, per cui 1 secondo a giro più lente delle piste moderne."

(Coach Arthur Barry Magee. Traduzione in italiano: Mattia Bianucci Trainer) 

#LydiardFoundation #MarathonTraining #CapireLaFisiologiaDelloSport #ExercisePhysiology101 #BarryMagee #MyOwnWorkout #MakerOfChampions

Nessun commento: